martedì 31 gennaio 2012

La fotosintesi di un saputello

Appuntamento con Writing Tuesday di Interno 105


FOTOSINTESI

Ero partito con il buon proposito di non farmi "toccare" dalle parole che già intuivo sarebbero state dette in riunione, vista la preannunciata presenza di troppi dirigenti profondamente convinti di saperne sempre di più  di tutti ed entusiasti del proposito di salire in cattedra per "SPIEGARE COME SI FA" su qualsiasi argomento venga analizzato, in pieno stile "saputello".
Così, con questa premessa, avevo assistito alla maggior parte della riunione in silenzio, appuntandomi sul mio portatile le poche cose pratiche emerse dall'ora e mezzo come al solito buttata via. Proprio sul finale però il meglio. La classica ciliegina, che non poteva che essere messa sulla torta dal responsabile delle risorse umane, in pratica il re dei saputelli.
"La riconsiderazione dei settori di appartenenza potete trovarla in questa slide". Ecco. Effettivamente la convocazione di quella riunione aveva poco senso ripensandoci bene. Non che non ce ne fossero state altre totalmente inutili, ma vista la vicinanza con quella della settimana precedente qualcosa doveva nascondere. Ecco risolto il mistero. Una bella ristrutturazione del gruppo di lavoro. O meglio una bella rivoluzione per parlare chiaro.
All'apparire di quella slide avevo capito che il mio proposito era a forte rischio, ma fu la frase successiva che mi fece capire che le mie buone intenzioni sarebbero andate a farsi benedire.
"Ovviamente ogni decisione verrà presa con il vostro assenso". Ed è lì che il mio silenzio si interruppe.
"Quindi questa ri-organizzazione è solo un'ipotesi" chiesi senza far trasparire il mio giudizio in merito.
"Il vostro parere è fondamentale per la realizzazione pratica di questa nuova suddivisione di ruoli però la riconsiderazione dei settori di appartenenza sarà operativa dal prossimo periodo contabile."
Fu quella frase ipocrita e senza nessuna reale intenzione di considerare chi stava ad ascoltarlo che ebbe la stessa funzione della luce solare per la FOTOSINTESI, ma invece che la trasformazione di anidride carbonica ed acqua in ossigeno trasformò un buon proposito in istinto bellicoso.
"Tradotto vuol dire che tra venti giorni, con il nuovo anno si cambia settore. Se ci piace tutti contenti, se non ci piace è uguale" sentii dire alla mia voce quasi senza accorgermene.
"I vostri pareri saranno tenuti nella dovuta considerazione"
"Tradotto: prendiamo nota ma ormai è così"
"Da sempre in questa azienda il parere dei collaboratori è ritenuto importante e ..... "
"Tradotto: voi contate e noi decidiamo"
"Se vuoi metterla in polemica"
"La metto fuori dall'ipocrisia. Se il nostro parere contava qualcosa prima si ascoltava e poi si decideva, qualsiasi fosse stata la scelta. A decisione ormai presa chiedere il parere è ipocrita e sa vagamente di presa per le mele....e sono gentile"
La riunione si gelò, il saputello non seppe più che dire se non chiudere con un "ci sono altre domande?" che mi portò a dire sorridendo "se la mia ti sembrava una domanda, siamo messi proprio male..." che forse mise a rischio il mio posto di lavoro ma mi fece guadagnare un applauso spontaneo da parte degli altri partecipanti alla riunione, ed in quel momento mi sembrò l'unica cosa importante ed anche un grande successo.

7 commenti:

  1. M E R A V I G L I O S O! Tradotto: applauso spontaneo che. Non sarà un grande successo, ma è una goduria per chi legge.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un GRANDISSIMO successo invece...GRAZIE!!!

      Elimina
  2. scusa non ho firmato i complimenti! Mela

    RispondiElimina
  3. Ecco... ti riconosco proprio in questo racconto! Non credo sia autobiografico ma io ci vedo proprio te a rispondere per le rime al saputello "RIORGANIZZATORE"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari nel "polemico" un pò mi ci rivedo, ma è lo WT che permette di far correre la fantasia lo sai bene....visto il tuo CV di scrittrice del martedì! ;-)

      Elimina