sabato 21 gennaio 2017

Un teatro di sogni

"Vi invitiamo all'evento Teatro Autore, un momento di conoscenza comune per tutti i nostri autori. Per qualcuno di voi ci sarà anche la possibilità di leggere un piccolo brano del vostro libro" questa l'email che un po' di tempo fa GoWare ha mandato a tutti i suoi autori, tra cui il sottoscritto (anche se ancora sentirmi "chiamare" autore fa uno strano effetto..). L'ho trovata da subito una bella idea e la risposta non poteva che essere positiva. Quando poi ho saputo che sarei stato tra i sedici che avevano l'opportunità di leggere, ne sono stato molto contento ed onorato, anche se un filo di timore ha fatto capolino. Così stamani c'era la soddisfazione di essere in un gran bel posto (Teatro Cestello) per una bella cosa (a cui è stato il titolo Teatro Autore) ma anche l'emozione di essere tra gli autori che sarebbero saliti sul palco. 
Dopo una bella ed interessante presentazione di Mirella sull'andamento di Goware ma non solo, il programma prevedeva la presentazione di sedici libri e la loro breve lettura. La "S" del mio cognome abbinata alla scelta della lettura in ordine alfabetico di autore ha fatto sì che fossi l'ultimo della lista e subito dopo un libro (Grammatica del giornalismo) che illustra e mette in evidenza gli errori grammaticali e di costruzione da evitare e le cose da evitare per la scrittura di articoli/testi interessanti; per la serie "a forte rischio". E' stato molto interessante e curioso ascoltare i brevi estratti degli altri libri, con alcuni titoli, già visti ed in parte letti (La Canzone dei migranti, Le affinità affettive, Oltre il velo dell'Iran, In una scatola di latta, Un'ombra più bianca del pallido su tutti) che hanno catturato il mio interesse in modo particolare. 
Ma poi è toccato a me, ed allora ho preso la mia "penna dei sogni" con i miei Sogni di Tricolor e sono salito sul palco cominciando a leggere il pezzo che avevo scelto e che non poteva che essere quello che vedo come una vera e propria dedica del libro, come ho avuto modo di dire alla presentazione del libro alle Muratee quello che racchiude nel migliore dei modi ed in soli tre minuti musica, amicizia, sogni e Fiorentina. E quindi mi sono goduto la bella platea presente mentre Mirella mi presentava ed ho cercato di non far tremare troppo la voce iniziando a leggere..... Com'è andata? Beh.... giudicate voi....
Qui sotto a partire dal punto 1.56.40 trovate la presentazione di Mirella e tutto il brano che ho letto....
Una grande emozione, la solita tremante voce iniziale ma poi piano piano mi sono sciolto e goduto momento e bellezza seguendo il motto che ha accompagnato questo libro "E GUAI A CHI CI SVEGLIA" e che lo continuerà ad accompagnare....
SPECIALE RINGRAZIAMENTO:
Oltre che alla Minireporter Di Miniletture a cui ho complicato le cose fornendo uno strumento non buono per la registrazione ma che nonostante i miei bastoni tra le ruote è riuscita a filmare comunque parte dell'interventovolevo fare un ringraziamento davvero speciale.
Volevo ringraziare GoWare per aver realizzato questa bella giornata ed averla resa davvero speciale. Ma soprattutto vorrei ringraziare tutto lo staff della foto qui sopra per aver reso i miei Sogni di Tricolor come possibili e tangibili tanto da poterli leggere in un teatro. Vederli tutti insieme stamani è stato davvero un piacere immenso: stringere la mano ed ammirare la professionalità e la gentilezza di Mirella, vedere l'amore per il proprio lavoro di Serena in ogni singola risposta data (così come era stato per email nei mesi passati) a chi faceva domande e l'interesse vero nel cercare e salutare ogni "suo autore", osservare Patrizia immersa in tutte le sue mille cose da fare per far "filare" l'evento non negare a nessuno un sorriso ed una stretta di mano non banale ma vera e per finire ascoltare un vero e proprio GRANDE e strameritato applauso per Lorenzo, creatore di quelle copertine (la mia resta la più bella :-) ) che arricchivano e illuminavano le pareti del teatro e che fa di professionalità e competenza il suo marchio di fabbrica. Usando loro come "esempio diretto" mi complimento davvero con tutto lo staff di GoWare, a cui di nuovo va il mio speciale e non banale ringraziamento per oggi ma soprattutto per questa magica opportunità.

8 commenti:

  1. da fb:
    E niente, quello che hai scritto lo sento al punto che mi commuovo. Ho perso le parole, per dirla alla Liga, ma queste parole vengono semplici: grazie a te!
    Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto meritato...totalmente patrizia!!! Un abbraccio

      Elimina
  2. da fb:
    Enzo! Mi fai commuovere... quasi quasi divento "viola"! �� un piacere immenso averti tra noi
    Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie serena :-) piacere tutto mio

      Elimina
  3. da fb:
    Una redazione meravigliosa!
    Marco

    RispondiElimina
  4. da fb:
    Sei grande!!! E come sempre riesci a farmi fare la lacrimuccia (di felicità s'intende :-) )
    Lorenzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo quel lungo applauso ciccio!!!

      Elimina