martedì 7 febbraio 2012

Una malinconica malattia

Appuntamento con Writing Tuesday di Interno 105


MALATTIA

Lo so benissimo che non dovrei farlo. Che in momenti come questo è l'ultima delle cose da fare, ma è quasi un riflesso automatico. Salto l'album dei ritagli con la scritta "l'anno della Coppa Italia" e tengo ben a distanza il libro che invece dovrei aver già aperto da ore sulla scrivania e con piglio sicuro prendo quel raccoglitore. Quello che in questi giorni conosco a memoria, quello delle foto al cui effetto calamita non so resistere.
Mi avvicino alla poltrona e mentre lo stereo fa il suo dovere amplificando le note dell'assolo di chitarra con cui si apre il cd io mi metto comodo. Apro il raccoglitore e lentamente scorro con lo sguardo le prime due foto presenti nella prima pagina. Sorrido. L'inizio è soft, foto divertenti e che non giocano sulla malinconia ma stimolano il ricordo divertito.
Ma è come se si mettesse in moto un ingranaggio. Un piccolo ricordo, un sorriso che da ampio e completo poi prende la rughetta del "pensieroso" e con lo sfogliare delle pagine ed il rincorrersi delle foto diventa malinconico. Anche la musica sembra intravedere il cambiamento e cambia registro per adagiarsi su ritmi più lenti dando risalto molto più alle parole che non alla musica, il tutto sembra seguire il "disegno" di portarmi su quella foto che prende un'intera pagina.
Misure più grandi, senza colori ma con il bianco e nero a far da cornice ad un'immagine da cui non mi riesco a staccare. La guardo ammirato e mi fisso su quella pagina del raccoglitore, lasciando correre i ricordi e soprattutto le fantasie più intime ed intense, magari anche strane analizzandole "da fuori".
E' come se fosse una specie di MALATTIA, non riesco a staccare gli occhi da quella pagina, immobilizzato in una sorta di catalessi, che alla fine, sarò sincero, "NON MI VA DI PERDERE" vista la piacevole malinconia in cui mi fa immergere. Il cd avanza nel suo percorso, io resto fermo sulla mia poltrona con i miei ricordi che sono anni luce lontani da qua. Ed anche per oggi il libro resta chiuso e lo studio dovrà aspettare domani.

10 commenti:

  1. Una piacevole malinconia, da cui spesso non ci va di guarire...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero...ci piace "crogiolarci" dentro!!!

      Elimina
  2. Adoro adoro adoro
    Certe malinconie sono come malattie...concordo
    Bacio
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Piccole malattie, a volte simpatiche...a volte meno!!!

      Elimina
  3. Sei riuscito a descrivere la sensazione di un ricordo caro che ognuno ha!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello leggere un tuo commento Bob!!!!
      Grazie mille per il complimento!

      Elimina
  4. Bravissimo... sarà che son malinconica di natura ma mi ci ritrovo davvero tanto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille....collega di malinconia! ;-)

      Elimina
  5. in ritardo ecco la mia ^malattia^
    http://attimidiletizia.blogspot.com/2012/02/writing-tuesday-malattia.html

    RispondiElimina