domenica 22 dicembre 2013

Rossi è destro e non lo sa

In quel di San Piero a Sieve (trasferta nella trasferta) va in onda la partita degli auguri di Natale. Di quelle dove rischi di avere la testa "più alle valigie che al match" (cit. Mister Montella) e partita di quelle dove hai tutto da perdere e poco da guadagnare vista la posizione di bassaclassifica del Sassuolo. Così con un abbondante ed ottimo pranzo ed "UN BICCHIERE DI VIGNA" che tirava l'altro ci accomodiamo sul Masodivano speranzosi di sfruttare il pari del Napoli per la corsa al sogno terzo posto. Un video del buon RomulEnry che ci fa piegare dal ridere e si comincia.
In realtà il primo tempo ci regala solo molti sbadigli ed il Fontodi che sembra prendere il sopravvento sul Maso e non solo. Siamo lenti e poco incisivi, facciamo un tiro in porta in quarantacinque minuti con un Ilicicciciccico che sembra ritrovato e praticamente niente più. Teniamo il campo e non subiamo praticamente mai i padroni di casa (solo un paio di uscite e parate a terra però sicure del buon Neto) ma la partita sembra non decollare e confidiamo nel secondo tempo. 
Dove in realtà non cambia molto, anzi "BorgiaBallero" (cit. Gigi) si spegne del tutto e cala il buio. Il mister cambia Vargas e proprio Borja infittendoci di "mediani" (sempre cit. Gigi) con Mati ed il Pek e sembriamo non uscire dal gioco a molti tocchi e poche conclusioni.
Servirebbe una punta diciamo in coro o qualcuno che sia pericoloso in avanti e non ci convince per niente la piega presa ed i cambi fatti; quando.... si illumina Pepito e di destro trova una traiettoria pericolosa che solo un Pegolo plastico miracoleggia ed evita il gol. A seguire un colpo di testa pericoloso di Ambrosini ed un gol mangiato da Aquilani dai successivi calci d'angolo. Sembra proprio non essere giornata e anche Ilicicciciccico va in calo per benzina finita. Quando sembra destinata all'unico zero a zero della giornata ancora Pepito trova il modo di mettersi viso alla porta, carica il destro e la mette nell'angolo. Saltiamo. E' di nuovo una gran giocata sempre di destro, che non è il suo piede o almeno non dovrebbe, di Rossi a toglierci le castagne dal fuoco e nel giro di un paio di minuti in contropiede ancora col destro mette anche Ilicic davanti al portiere ma invece che lo 0-2 becchiamo un palo. Va bene lo stesso, pochi rischi finali e tre punti pesantissimi alla fine arrivano e ci mettono il sorriso. 
"Con Gomez non oso pensare cosa poteva succedere e cosa potrà succedere" sentenzia Bollins a fine partita. Siamo a tre punti dalla zona Champions e qualificati come teste di serie in Europa League. Il tutto senza Gomez, praticamente senza Pek, con Cuadrado che è stato fuori un mese abbondante e con alcune direzioni arbitrali da rivedere (Cagliari, Napoli, Udinese). Andiamo a riposarci per le feste convinti che abbiamo fatto una prima parte di stagione veramente importante, sperando di non accusare troppo il rientro (vedi Gennaio scorso) abbiamo messo le basi per una grande stagione, vediamo di portarla avanti così. Intanto buona sosta e tanti auguri VIOLA mia. Avanti così.
15^ Campionato
GOAL: Rossi
Neto 6+
Sembra sicuro e non sbaglia niente tra uscite e parate non impossibili ma ci fa prendere un infarto con quel tunnel a pochi metri dalla porta
Tomovic 6
Partita onesta senza troppe sbavature
Compper 6
Torna titolare dopo alcune partite e non demerita
Savic 6,5
Sostituisce Gonzalo di cui non ha tecnica e lancio ma è il più positivo dietro
Pasqual 5,5
Impreciso ed opaco. Dove l'ho già sentita?
Ambrosini 6,5
Ci mette mestiere e grinta, determinante nel bloccare le folate del Sassuolo
Aquilani 5,5
Non è il Pek e non ha ancora il passo del regista ma non demerita totalmente. Pesano molti lanci sbagliati ed il gol mangiato ancora una volta
Borja Valero 5,5
Sufficiente primo tempo, si spegne nella ripresa 
Ilicic 6,5
Gioca un gran buon match fino al 70' quando finisce la benzina. Coglie un palo. Ritrovato.
Rossi 7,5
Non perde un pallone che sia uno e quando non è spalle alla porta provoca danni al Sassuolo. Il migliore.
Vargas 5,5
Non c'è. Poca corsa e pochi spunti.
Pizarro 6-
Entra e ne azzecca poche, poi piano piano si riprende ma non è il Pek di anno scorso
Mati Fernandez sv
Wolsky sv
All. Montella 6
Primo tempo senza lampi e secondo con gestione cambi da interpretare ma non sembra azzeccare le mosse fin quando Pepito non trova il solito colpo da campione.

7 commenti:

  1. Secondo me savic non è stato poi così brillante. Zaza lo ha messo difficoltà diverse volte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'inizio è vero, poi mi sembra gli abbia preso le misure e sia stato uno dei più positivi. Nel secondo tempo in pratica non l'hanno vista mai.

      Elimina
  2. Rossi è destro e non lo sa, magari inizia a sospettarlo, ma va benissimo anche cosí, ma a pasqual che è scemo, qualcuno dovrebbe dirlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Enry!!!!!
      Cmq io glielo dico da qualche anno, Bollins da quasi un decennio....per me l'è anche sordo!!!!
      :-)

      Elimina
  3. da fb:
    Dopo che mi hai sfruttato per titolo ed incipit e la voglio io la giusta % ahahah
    :-)
    bollins

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da fb:
      E son tirchio.. lo diceano...
      Bollins

      Elimina