martedì 11 luglio 2017

43

Kiave di lettura n° 242

E ripartendo, si imbocca l'autostrada proprio mentre "DAI FINESTRINI PASSA ODOR" di lunga tratta e lunga percorrenza, profumo confermato dal sempre vigile compagno di viaggio "...metti subito il navigatore, l'è breve la tratta se si sbaglia subito siam rovinati...poi l'è anche nova...", ed a me che mi sembrava si riconoscere le comuni bestemmie alla partenza.
Passando dalla patria del genio che portava il gatto al guinzaglio e i fantasiosi avevano ribattezzato il ThierryHenrydiValmontone, il Corona alla guida minaccia di pubblicare video in cui con Gigi d'Alessio che invade la macchina, c'è chi combatte tra connessioni di saponette scariche, portatili con riflessi impossibili e caricabatterie sovracarichi. Ma in fondo, come definito perfettamente da chi non sbaglia un colpo, siamo "i moderni Don Chisciotte contro i mulini al vento" annunciato alla vista delle pale eoliche pugliesi.
E tra un "bada fuori è 38..oh 39...40...41..42...43..." "fermalo che si sballa" s'arriva all'autogrill pluripremiato, per il caldo percepito oltre i livelli della valle dei Re e per la lentezza esasperante di un  improvvisato pizzaiolo. Strapuntino per mangiare accanto ai bidoni del sudicio, gita all'acquapark nei bagni e poi via con la sauna dell'avambraccio per rispondere al telefono. "Ricordiamocelo per la prossima volta perché merita.." "Bah, consigliamolo anche se qualcuno ci dovesse passare". Tra un vialone dove il senso di marcia è puro optional e deviazione e contro deviazione si arriva al paese in rima con la "nipote da parte di". Qui ad attenderci non potevano mancare un "son qui perchè mi s'è liberato un po' di tempo" - mangia tranquillo, un "ho fatta questa scelta involontaria" - ecco appunto anche il gesto lo è ed un "qualche ora al giorno libera ce l'ho al limite il pomeriggio" - si ma senza troppo impegno eh. Si riparte pensando che niente puó far paura dopo la trasmigrata della mattina ed invece il fiero navigatore dall'indicazione "a fiocco" e il tipico "sterro dei trulli" rendono infinito l'arrivo alle grotte che ci ospiteranno per la notte. Dopo il solito "il prossimo anno si cambia giro così si sfrutta la piscina almeno dieci minuti" versione III, ci affidiamo ad antipasti "a nastro" e bevuta presonno a bordopiscina "tanto se la unsisfruttacosì....altro che cambio giro...".
Sembra scalato l'Everest ed invece è solo l'antipasto, pare proprio che continui.....

Nessun commento:

Posta un commento